ACETO BALSAMICO TRADIZIONALE – Extravecchio PARADISO

320,00 

Quando l’Antica Tradizione Modenese raggiunge note celestiali; la produzione è limitata a poche ampolline ogni anno, ricavate da antichissimi barili ultrasecolari. Il prelievo viene effettuato alternativamente da ciascuno dei barili che compongono l’insieme del sottotetto Paradiso, ottenendo un prodotto la cui personalità, sempre di grande impatto, propende ora per la ricercatezza decisa del ginepro, ora per la morbida dolcezza del ciliegio.

Quando l’Antica Tradizione Modenese raggiunge note celestiali; la produzione è limitata a poche ampolline ogni anno, ricavate da antichissimi barili ultrasecolari. Il prelievo viene effettuato alternativamente da ciascuno dei barili che compongono l’insieme del sottotetto Paradiso, ottenendo un prodotto la cui personalità, sempre di grande impatto, propende ora per la ricercatezza decisa del ginepro, ora per la morbida dolcezza del ciliegio.
Di anno in anno il profumo e la nota prevalente variabili sorprendono per l’intensità balsamica sprigionata da una tessitura complessa di aromaticità dolci e speziate. Assicurata la totale cattura dei sensi.

L’Aceto Balsamico Tradizionale D.O.P. ha origini millenarie, prodotto con mosti cotti di uve  provenienti esclusivamente dalla provincia di  Modena, poi lasciato fermentare per almeno 12 anni. Una volta fermentato ed acetificato, il prodotto inizia la fase di maturazione ed invecchiamento nella batteria composta di botti di legni, di essenze diverse, il numero deve essere dispari e superiore a cinque. L’aceto balsamico, “lavora” nei sottotetti, o nei luoghi asciutti ed areati, la sua maturazione si “addormenta” nel periodo invernale e “matura” nel periodo primaverile-estivo al di sopra dei 20°-22° gradi. Le botti sono disposte in ordine decrescente dalla più grande alla più piccola, sono sempre aperte, ma riparate da una garza, in modo che l’aceto, a contatto con l’ossigeno, possa sempre lavorare. Quindi nella botte più grande, chiamata Badessa viene immesso l’aceto nuovo, e mano a mano vengono fatti i travasi e i rincalzi nelle botti più piccole. Dalla coda, la botticella più piccola l’Aceto Balsamico Tradizionale viene imbottigliato solo in centri certificati e dopo esser stati testati e valutati. Potrete trovare l”Aceto Balsamico Tradizionale D.O.P. solo nelle bottigliette tipiche, sferiche a base quadrata, disegnate in esclusiva da Giorgietto Giugiaro.

 

Quantity